Un’escursione nella valle infernale tra fumarole, putizze e biancane, un luogo unico nel suo genere che sembra aver ispirato Dante Alighieri nella descrizione di alcuni passi dell’Inferno nella Divina Commedia.

Partiremo da Sasso Pisano, un piccolo che borgo che mantiene il suo aspetto di rocca medievale. Cammineremo in un paesaggio quasi lunare, con macchie di colore rosse, gialle o viola, su suoli roventi, a tratti immersi nel vapore dall’odore di zolfo, accompagnati dal rumore di acque gorgoglianti e dalla fuoriuscita di gas. Raggiungeremo il Parco delle Biancane dove sosteremo per il pranzo, una zona molto suggestiva dove la forte aggressione chimica dell’acido solfidrico e di altri componenti dei fluidi geotermici, ha prodotto l’alterazione e lo sbiancamento delle rocce.

Per concludere l’anello un sentiero tra querce e castagni ci riporterà al nostro punto di partenza passando dal borgo di Sasso Pisano. 

L’escursione  non presenta particolari difficoltà, ma per le salite da affrontare è adatta a persone abituate a camminare ed ai bambini sopra i 7 anni. 

Ritrovo: ore 10:00 Sasso Pisano (il luogo vi verrà comunicato al momento dell’iscrizione) 
Ritorno: ore 16:00 circa
Lunghezza percorso: 8,5 km
Dislivello: 300 m circa
Costo: € 15 a persona (€12 Socio Selvatica), € 8 bambini (€6 Socio Selvatica) comprensivo del servizio di guida ambientale escursionista (ai sensi della L.R. 42/2000) e copertura assicurativa RCT.
Prenotazione obbligatoria. Per prenotare basta compilare il modulo in fondo alla pagina.
Cosa portare: pranzo al sacco, acqua, bacchette facoltative, mascherina, gel igienizzante. 
Abbigliamento necessario: scarpe da Trekking, abbigliamento “a cipolla”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.